sipronunciaaigor

Vita e pensieri di un (insolito) informatico

Posts Tagged ‘Politica

Argomenti nuovi e obiettivi nuovi @sipronunciaaigor #blog #informatica #economia #politica #novità

with one comment

Ricominciare è sempre difficile: devi ritrovare quel tempo che dedicavi prima al tuo progetto di blogger e che ora hai impiegato in mille altre forme, devi far ripartire una macchina ferma da un anno circa e, soprattutto, devi ritrovare degli argomenti.

Restarting - Schermata da Windows 8.1

Restarting – Schermata da Windows 8.1

S – scrittura, scienza, società…

Confermo la volontà di scrivere di cose personali, di informatica e scienze, di economia, di attualità, ma rinnovo soprattutto l’aspirazione al progetto di informazione e opinione (mia e degli altri). La grafica, per ora, resterà quella di sempre e anche l’impaginazione degli articoli: testo – immagine – testo -> prosegui al resto dell’articolo. Leggi il seguito di questo post »

Written by Fabrizio Di Pietro (Sipronunciaaigor)

21/11/2013 at 10:04

Berlusconi candidato premier 2013? #berlusconi #lavoro #economia #politica #avolteritornano

with 3 comments

Berlusconi potrebbe rientrare attivamente in politica. A volte ritornano.

Trollface

Trollface

Berlusconi candidato a Presidente del Consiglio per le elezioni di maggio 2013? Potrebbe essere. Leggi il seguito di questo post »

Written by Fabrizio Di Pietro (Sipronunciaaigor)

13/07/2012 at 09:18

Manovra Monti pensioni: anni di contributi e percentuale dello stipendio #pensioni #monti #anni #percentuale #stipendio

with 8 comments

Mi preme fare un approfondimento sul tema delle pensioni a seguito delle proposte dell’attuale manovra pensionistica (quella che ci manderà in pensione a 70 anni per intenderci).

Il dettaglio si articola su due fronti distinti legati al cumulo degli anni di lavoro necessari ad andare in pensione e, soprattutto, alla percentuale con cui si andrà in pensione.

Geri's game - Pixar (1998)

Geri's game - Pixar (1998) - Avremo mai una vecchiaia tranquilla e una pensione decente?

Quanti anni di contributi per andare in pensione?

Il primo punto dolente della manovra riguarda il novero degli anni necessari per poter andare in pensione con questa nuova riforma. Il numero è magico. Per l’esattezza è “la risposta alla domanda fondamentale sulla vita, l’universo e tutto quanto“, ovvero 42 (Monti & co. devono aver letto la Guida galattica per autostoppisti) e minimo 66 anni di età (dal 2018). Leggi il seguito di questo post »

Nuova categoria su sipronunciaaigor: Economia, politica e affini #economia #politica #wordpress #categorie

with one comment

Oggi, causa lavoro, non ho avuto tempo di scrivere un articolo sui problemi e le situazioni politico/economiche che, gira che ti rigira, sono quelle che ci consentono di campare più o meno serenamente tutti i giorni e che garantiscono l’esistenza dei telegiornali (e questo, lo ammetto, può essere un punto a sfavore della cosa).

Pensando alla tipologia e alla quantità di articoli che ho pubblicato negli ultimi mesi, mi è venuto in mente, però, che avrei potuto fare un po’ di ordine nel blog e creare una nuova categoria dedicata a politica, economia e altri temi che possono toccare quegli ambiti (manovra finanziaria, liberalizzazioni categorie, cos’è la Tobin tax, ecc.).

Come ben sapete il mio WordPress è in inglese, pertanto spero che la versione italiana abbia qualcosa di simile alle traduzioni che proporrò io. Leggi il seguito di questo post »

Written by Fabrizio Di Pietro (Sipronunciaaigor)

13/01/2012 at 11:15

Manca poco e raggiungo l’obiettivo annuale di 15000 visite #obiettivi #post #wordpress #visite #SEO

leave a comment »

Ultimamente sto avendo difficoltà a scrivere post sul blog poiché richiede sempre più tempo starci dietro (visti anche i frequenti cambi a livello decisionale in termini politico-economici e la carenza di una certa quantità di informazioni pubblicabili inerenti al mio lavoro) ed il tempo è una risorsa di cui, in questo periodo, non dispongo a piene mani, anzi…

C’è, però, un dato che mi sta riempiendo di gioia ogniqualvolta ricontrollo il blog: sotto l’aspetto delle visite, ormai, quasi vive di vita propria.

Leggi il seguito di questo post »

Written by Fabrizio Di Pietro (Sipronunciaaigor)

18/12/2011 at 22:28

Ministro per Internet: no grazie #corriere #internet #politica #ministro

with 3 comments

Leggo oggi sul Corriere della Sera una notizia il cui titolo recita così:

Il web è ormai il 2% del nostro Pil
È ora di un ministro di Internet?

Come ben saprete, ormai, sul blog cerco di fare un pochino di informazione condita con le mie opinioni ed un tema che riguarda internet, rientrando in qualche maniera nel mio ambito di studio e di lavoro, mi interessa particolarmente. Non posso non parlarne e mi scuso in anticipo se ci saranno più numeri del solito. Leggi il seguito di questo post »

Written by Fabrizio Di Pietro (Sipronunciaaigor)

16/11/2011 at 09:49

PM10 a Milano: un triste inverno 2011/2012 #pm10 #milano #inquinamento #pisapia

with one comment

A volte ritornano, come il titolo di un film, mi pare…

Cominciamo col dire che la situazione PM10 e inquinamento va male (l’ottimismo è il profumo della vita) – ricordo che il limite è 50 – la situazione di ieri (sito ARPA), infatti, evidenzia come l’effetto del vento della scorsa settimana sia completamente svanito e l’area milanese (e Monza) sia oltre il limite:

  • Arese: 43
  • Limito di Pioltello: 46
  • Milano (Città studi): 81
  • Milano (Senato): 82
  • Milano (Verziere): 76
  • Monza (Machiavelli): 65
  • Vimercate: 47

Ma stavolta sto facendo un lavoretto in più, sto scaricando e vedendo i dati storici del PM10 dell’ultimo anno (attraverso il modulo di ricerca nell’archivio storico dell’ARPA). Se mai vi venisse in mente di scaricarli sappiate che vi arriveranno via mail dopo qualche minuto dalla richiesta e in allegato ci sarà uno zip con due file csv al suo interno. A prima vista sono rognosi: uno è la legenda, l’altro i dati per la centralina richiesta. Quello dei dati consta di tre colonne: codice centralina; data e ora della rilevazione; quantità in microgrammi di polveri sottili tipo PM10 rilevata.

Di seguito riporto le note presenti ad oggi nella pagina di ricerca:

I dati presenti in questo archivio relativi agli ultimi 3-6 mesi (dati realtime), contengono ancora valori incerti che possono subire modifiche da parte degli operatori delle reti (invalidazione manuale).

Il processo di validazione dei dati prevede una fase di valutazione finale che si conclude entro il 30.3 dell’anno successivo a quello di misura. Pertanto, precedentemente a tale data, i dati devono considerarsi non definitivi.

I dati richiesti verranno compressi e inviati tramite mail all’indirizzo indicato nella form di richiesta.

Tutte le concentrazioni di PM10 scaricabili dal sito sono quelle del SM2005

Avviso: dal giorno 08/06/2009 i dati scaricabili sono normalizzati secondo fattori di conversione calcolati in condizioni standard (20°C – 101.3 kPa)

Premesso, quindi, che i dati possono essere modificati a mano dagli operatori, sostanzialmente, in qualunque momento – avendo 3-6 mesi per farlo – questo è il primo dei grafici risultanti dallo storico e si riferisce all’annata che va dal 09/10/2010 al 09/10/2011 nella centralina di Milano Città Studi.

Dati storici PM10 centralina Milano Città Studi

Dati storici PM10 centralina Milano Città Studi

Volendo potete scaricarvi il file xlsx che ho ricavato. Per l’elaborazione (soprattutto per il grafico) ho eseguito una piccola modifica sui dati portando i dati “non pervenuti” (inizialmente indicati con -999) a 0. Nel foglio 2 si trovano, comunque, i dati originali (PM10 Milano Città Studi – ottobre 2010/ottobre 2011).

A tutto ciò possiamo tranquillamente aggiungere il fatto che, in seguito dell’aumento del biglietto dell’autobus dell’ATM a 1,50€, la gente sta usando molto meno i mezzi pubblici (6 milioni invece di 7,3 milioni: 1300000 biglietti venduti in meno rispetto a settembre dello scorso anno, circa il 15% in meno).

Cambiano le giunte (prima Moratti, ora Pisapia), ma la danza della pioggia resta sempre la stessa, nonché il metodo migliore per sonfiggere PM10 ed inquinamento. Diventerà una tradizione come la Madonnina o come la Veneranda Fabbrica del Duomo.

L’esito della partita Politica vs. Ambiente si può trarre definitivamente dichiarando sconfitta la politica per manifesta inferiorità.

Written by Fabrizio Di Pietro (Sipronunciaaigor)

14/10/2011 at 09:47

Un po’ di polemica ogni tanto non guasta

leave a comment »

“Non posso passare sotto silenzio un’altra minaccia alla libertà religiosa delle famiglie in alcuni Paesi europei, là dove è imposta la partecipazione a corsi di educazione sessuale o civile che trasmettono concezioni della persona e della vita presunte neutre, ma che in realtà riflettono un’antropologia contraria alla fede”.

da Leggo del 11/01/2011

by Papa

Ok. Non mi esaltano le polemiche e non amo esserlo, però qua è un pochino troppo.

Sono cristiano e per la più parte cattolico (per la più parte in quanto non è che proprio sia d’accordo con tutto… per fare un solo esempio su tutti: l’infallibilità del papa), però si sta andando un po’ troppo fuori dal seminato.

Non dico che il papa debba starsene zitto buono buonino sempre e comunque (certo, sarebbe il caso che non gli venisse dedicato un servizio ad ogni tg su ogni rete ad ogni orario…). Non dico nemmeno che non debba/possa esprimere opinioni o pareri (come persona) su problemi al di fuori di quelli di fede/religiosi/affini.

Nel caso in questione, però, ha detto troppo. Va oltre ciò che compete a lui e alla gerarchia ecclesiastica. Cavolo! Parlami di fede (non Emilio), di morale di quel cavolo che ti pare, ma non venirmi a dire che nel programma di storia di terza media devo saltare le annate 1943, 1948 e 1972…

La differenza non è, infatti, poi molta: resta come un’ingerenza del Timbuctu su due materie (eventualmente) scolastiche italiane, o svedesi, o coreane… comunque non del Timbuctu.

E perché, a questo punto, far studiare l’evoluzionismo di Darwin? Alla fin fine sesso ed evoluzione sono correlati… se si studiasse solo creazionismo possiamo eliminare il sesso.

E cosa diciamo dell’educazione civile? Rispetto dei doveri ed esercizio dei diritti (Wikipedia) (seguo la legge del mio stato laddove regolamenti le questioni e la ragione dove la legge non arriva)… possiamo benissimo sostituirla con ore aggiuntive di religione tenute da estremisti dell’Opus Dei.

Ma già che ci siamo aggiungo una proposta: obbligo delle 9 ore settimanali di religione (intesa come catechesi cristiana) a fronte di un paio di ore di matematica ed un paio di latino.

A proposito del sesso, inoltre, basta preservativi e pillole: vorrei proporre il metodo Wojtyla (no sesso), l’abbandono nelle ruote o per la via ed un ritorno alle mammane…

Written by Fabrizio Di Pietro (Sipronunciaaigor)

11/01/2011 at 16:04

Discussioni da ufficio

with one comment

Riporto fedelmente…

Fondiamo un nuovo partito: 500€ per l’iscrizione al partito e rapido turn over dei parlamentari.

Il nostro logo conterrà:

  1. una quercia
  2. un garofano
  3. un elefante che si ingroppa un asinello
  4. una mortadella (che è sempre buona)
  5. un sole
  6. una falce che taglia una rosa
  7. un pugno che brandisce un martello infuocato a mo’ di spada
  8. una bandiera italiana

Lo slogan sarà:

Hanno mangiato tutti! Lasciatene una fetta anche a noi.

Fonderemo un giornale di partito per incamerare gli introiti del finanziamento.

Per tutti i soci platinum (1000€): segretaria con caschetto e ginocchiere (per i soci del gentil sesso… proposta libera in quanto non sappiamo cosa esattamente vogliono le donne. Proposte dalle gentili fanciulle, al fine di allietare la loro giornata, sono ben accette).

Di seguito il nostro programma elettorale:

  1. Garantiamo che ogni 2,5 anni cambiamo tutti quanti (senatori e deputati), così ci sarà pensione integrativa da parlamentare per tutti
  2. Ognuno avrà, così, un introito mensile diminuendo i problemi economici delle famiglie e, di riflesso, del paese
  3. Ogni parlamentare ha diritto a piazzare almeno 3 famigliari nelle imprese pubbliche
  4. A parte i fondatori, si dà precedenza ai giovani, precari e persone che hanno bisogno di stabilizzare la propria situazione.
  5. Per evitare di arricchire eccessivamente i singoli (a parte i fondatori),  redistribuiremo metà dello stipendio agli altri iscritti al partito
  6. No quote rosa per la parità e la par condicio, quindi: se te lo meriti (…), ok
  7. Basta con i limiti ambientali: non è possibile limitare la libertà individuale per colpa di un albero (e poi diciamocelo, ‘sto pianeta ha un po’ rotto… il mondo è ormai spacciato: godiamoci gli ultimi anni. Al limite prendiamo un altro pianeta, sono infiniti… stiamo sputtanando soltanto un infinitesimo dell’universo: quanto è mai?)

Dato il punto 5, possiamo dire che tutto questo è sociale ed etico.

Mission: mi sistemo; pensione vitalizia da parlamentare.

In una decina di anni, grazie al rapido turn over, migliaia di famiglie staranno meglio.

:)

Written by Fabrizio Di Pietro (Sipronunciaaigor)

10/12/2010 at 09:03

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 483 follower