sipronunciaaigor

Vita e pensieri di un (insolito) informatico

Posts Tagged ‘Bing

I fatti miei – numero 1 #vita #reallife

with 5 comments

Non scrivo da un po’ di tempo. Da…? Da un meraviglioso week-end di inizio giugno di cui ero tentato di fare una serie di post, ma che ho voluto tenere per me e i miei compagni di avventura. Non tutto vuoi/puoi condividere online. Un po’ per rispetto verso gli altri (alla fin fine è giusto che tutti siano d’accordo sulla pubblicazione online di eventi e foto), un po’ per gelosia verso il ricordo (consiglio vivamente la lettura di entrambi gli articoli di slimson sul suo blog riguardanti la memoria e spero in un suo prosieguo nella disamina dell’argomento).

(appena posso metto anche l’immagine :))

Per una delle poche volte voglio usare il mio blog come “personal blog”. Parlare di me. Pensare a me stesso. Credo faccia bene o, quantomeno, un po’ me ne sto convincendo e così mi dicono vada fatto un po’. Leggi il seguito di questo post »

Written by sipronunciaaigor

13/06/2012 at 11:24

OpenStreetMap ed Apple: addio a Google Maps #OSM #googlemaps #opendata

with 2 comments

Cos’è Open Street Map? Ne ho parlato qualche tempo fa fornendo un’infarinatura generale su cosa fosse e su come funzionasse.

Ebbene, è notizia frersca fresca che Apple abbandona definitivamente le mappe di Google.

Leggi il seguito di questo post »

Yahoo! e SONY: licenziamenti e prodotti #yahoo #sony #licenziamenti

with one comment

E dopo Yahoo!, che con il taglio del 14% del suo personale ha messo in strada 2000 dipendenti, ora tocca a SONY decurtare del 6% il proprio organico. 10000 persone per la strada. La crisi miete ancora vittime.

Yahoo! e SONY: licenziamenti in tempo di crisi

Yahoo! e SONY: licenziamenti in tempo di crisi

Non reputo che le motivazioni siano da imputarsi alla sola crisi economica mondiale. Certo, ha contribuito molto il fatto che girino un po’ meno soldi ovunque, però gli ultimi due tagli da parte di Yahoo! e di SONY sono riconducibili, a mio avviso, anche ad una scarsa qualità e ad una pessima gestione dei propri prodotti. Leggi il seguito di questo post »

Written by sipronunciaaigor

10/04/2012 at 09:55

OpenStreetMap: mappe stradali versione open #OSM

with 4 comments

www.openstreetmap.org, seguendo questo indirizzo si giunge ad un sito in cui si possono creare e modificare le cartine stradali.

Su segnalazione di D. ho iniziato a interessarmi a Open Street Map e oggi voglio cercare di incuriosirvi un po’ su questo progetto open.

Cos’è Open Street Map?

Avete presente Google Maps, Bing Maps, Tutto Città ecc.? Ecco, ora se avete presente anche Wikipedia, pensate di mettere le due cose insieme e tirate fuori una mappa mondiale in perfetto stile 2.0, ovvero con contenuti generati dagli utenti, che segue la filosofia “open”.

Il sistema consente modifiche via browser attraverso un’interfaccia realizzata in Flash (tanto, tolto le “iCose mobile”, il plugin è installato ovunque), oppure attraverso un programma desktop (JOSM) sviluppato in Java (versione 1.6 o superiore). Leggi il seguito di questo post »

Propositi del Fabrizio Di Pietro blogger per il nuovo anno. #fabrizio #f_dipietro #blog #propositi

with 6 comments

Prima di tornare a parlare di informatica, di economia, di politica e di tutte queste amenità, faccio un ultimo post personale, prettamente bloggevole e parzialmente legato a concetti di marketing e relativo agli obiettivi che mi pongo per quest’anno con questo blog, il caro buon vecchio “si pronuncia aigor”.

  1. mantenere una media di 3750 visite al mese, raggiungendo le 45000 visite entro la fine del 2012 (triplicando, così, le visite di quest’anno)
  2. incrementare i contatti in ingresso dalle attività sociali (gradirei un 5% di media da Facebook e da Twitter) – questo sarà difficilissimo O_O
  3. rafforzare il posizionamento su Google migliorando la mia web reputation
  4. rafforzare il brand “sipronunciaaigor”
  5. rafforzare il mio personal brand “Fabrizio Di Pietro
  6. (opzionale) avere altre due mani per potenziare la frequenza di pubblicazione
  7. (potenziale) introdurre una pubblicità

Questo in cosa si traduce? Leggi il seguito di questo post »

Written by sipronunciaaigor

02/01/2012 at 08:58

Buon ferragosto! Post 99: cosa scrivere al prossimo post? #post #blog #ferragosto #dilemmi

with one comment

Oggi è ferragosto, pertanto comincio col farvi gli auguri e con la speranza che vi possiate godere i fuochi d’artificio (se nel vostro comune/provincia li hanno organizzati). Spero grandi, nonostante la crisi, in quanto, soprattutto in periodi come questo, c’è bisogno di un po’ di svago: alla fine dei conti è il 15 di agosto, no? Della crisi già ci tartassano tutti i giorni…

Questo è un post di interrogativi rivolti a voi.

In prima battuta, come passerete la giornata? Molti la cominciano andando a messa, molti vanno in giro per ristoranti con la famiglia, molti se ne vanno in spiaggia, molti si fanno una scampagnata in compagnia degli amici e molti restano a casa: voi cosa farete? Fate qualcosa di diverso?

Inoltre scrivo per dirvi che questo è il novantanovesimo post ed il prossimo sarà il centesimo. Da tempo già mi interrogavo su cosa avrei potuto scrivere al centesimo post e, una volta arrivato alla sua soglia, ancora non lo so.

Vorrei poter scrivere qualcosa di bello, di profondo, di pregno di significato. Qualcosa che voglia effettivamente significare qualcosa per chi lo viene a leggere.

Col centesimo non mi interessa scalare la classifica di Google o di Bing, come invece mi interessa fare con gli altri. Non scriverò con occhi di riguardo a SEO, SEM e cose simili.

Voi cosa vi aspettate che io scriva? Cosa vorreste che io scrivessi?

Un racconto? Una cosa nerd? Un messaggio, un augurio, una ricetta, una storia di vita…?

Lo chiedo a voi che mi leggete ogni volta che pubblico qualcosa di nuovo, siete il mio zoccolo duro del blog, quelli per cui, alla fin fine, mi metto lì e scrivo. Ogni post è, in pratica, una dedica ad ognuno di voi, un po’ per mostrare quello che non riesco ad esprimere a voce, un po’ per sentirmi vicino a voi anche quando non riesco ad esserlo o quando non lo posso essere (volente o nolente).

Non mi interessa che vi firmiate, né, tantomeno, che lo scriviate nei commenti (se non volete).

La mia mail ed il mio numero di telefono li sapete, potete anche decidere di scrivermi un sms o una mail.

E se voleste restare completamente anonimi, aprite un nuovo account di posta elettronica (hotmail, email, gmail, tiscali…)  e mandatemi una mail anonima…

Sono davvero interessato a capire cosa vi piacerebbe leggere…

Cosa vi piacerebbe sentirvi dire? Cosa può dirvi un (arido) informatico come me?

Di nuovo BUON FERRAGOSTO!!!

 

— UPDATE 15/08/2012 —

Leggi gli auguri di buon ferragosto 2012

Written by sipronunciaaigor

15/08/2011 at 08:12

Google web reputation: la reputazione online diventa social (#google #seo #reputazione #online #internet)

with one comment

Ecco spuntare il nuovo gioco per SEO.

Bruce Clay, al SEO TooltSet Training Course, ci parlava di reputazione ed ecco che Google la rende social: si materializza +1 button.

L’ho provato col mio account Big G. e la segnalazione è effettivamente immediata da fare. A fianco di ogni risultato oltre all’ormai onnipresente lente di ingrandimento per l’anteprima, appare il +1 button: lo si schiaccia ed è fatta.

Più ostico trovare qualche esempio di sito “piùunato” ( Google, a seguito dell’azione, nelle presentazioni, scrive “+1’d” e penso che la traduzione possa essere piùunato): non ne ho trovati, se non i miei.

Non ho capito se appariranno tutti i “+1″ sotto all’indirizzo, come accade per quello fatto da me.

Esempio di +1 button a seguito di azione "+1"

Esito +1 button

Se così fosse non oso immaginare cosa potrebbe capitare sotto Wikipedia, per esempio…

Diciamo che vedo un paio di problemi ed paio di soluzioni in tutto ciò:

  1. se veramente ci fosse l’elenco infinito di “suggeritori” sotto al link, come detto poc’anzi, sarebbe il delirio, ma credo fermamente che non saranno così sciocchi da farlo
  2. c’è sempre il solito buonismo dilagante “alla Facebook”

Questi sono i problemi del +1 button alla prima impressione ed al primo utilizzo.

Le soluzioni sono scontate e semplici:

  1. raggruppare i “+1″ e scriverne sotto la somma (un genio, vero?) su cui, cliccando, si può vedere chi ha suggerito
  2. introdurre un “-1″ e scrivere sempre sotto la somma. Nel caso di “-1″ viene richiesta una motivazione

Questo modificherà certamente, nel medio periodo, parte delle scelte aziendali legate al SEO (incidendo, probabilmente, sulle SERP di Google) che non potranno più essere solo codice e copywriting, ma dovranno virare al social e curare maggiormente i propri prodotti e servizi in quanto “più facilmente” giudicabili da tutti.

Apro un ultimo fronte prima di chiudere il post con uno spunto e di nuovo due considerazioni: Google Circles dice nulla?

Circles, è (sarà) il social network anti-Facebook di Google… e Facebook ha il famosissimo “Like”.

Inoltre aggiungo dell’altra carne al fuoco: Bing cerca/cercherà nei “Like” di Facebook come parametro all’interno delle ricerche…

…siamo in vena di somme: quanto fa 2+2?

Written by sipronunciaaigor

17/05/2011 at 17:52

Acronym e Abbr: usare i tag corretti aiuta l’indicizzazione (#acronym #abbr #SEO)

with one comment

Altro post nerdoso (c’è la n, non la m…). Può anche essere che mi manchi la fantasia, ma reputo l’accesso alla rete da parte di tutti una cosa molto importante e, non essendo io un’azione di carità che vive per la gloria, reputo altrettanto importante il risvolto economico della cosa.

Molto semplicemente:

  1. lavoro sulla rete
  2. più gente accede alla rete, più posso guadagnare
  3. cerco di agevolare, per quanto riguarda il mio livello, l’accesso alla rete a quante più persone possibili

Premessi questi dati di fatto, oggi scrivo di un paio di tag HTML che vengono sottovalutati e scarsamente utilizzati: ACRONYM e ABBR.

Anzitutto capiamo cos’è un acronimo e cos’è un’abbreviazione:

ACRONIMO
Un nome che viene creato utilizzando le prime lettere (o sillabe) di altre parole per formare una nuova parola che sia pronunciabile come fosse una sola.
Un paio di esempi per l’italiano: FIAT (Fabbrica Italiana Automobili Torino); CCISS (Centro Coordinamento Informazioni Sicurezza Stradale)
Ed un paio di esempi per l’inglese: HTML (HyperText Markup Language); SOS (Save Our Souls)
ABBREVIAZIONE
Una parola che è solo una rappresentazione differente della stessa parola. Solitamente si usa il punto per evidenziare la contrazione. Di norma, poi, si pronuncia come la prola base.
Per esempio: pag. per pagina; pagg. per pagine; p.zza per piazza e così via…

Sapendo queste piccole differenze, possiamo proseguire.

Spesso chi scrive i testi per un sito internet utilizza delle abbreviazioni e degli acronimi (anche di uso comune). Altrettanto spesso capita a chi trascrive questi testi di non conoscerne neppure il significato.

Il problema maggiore, però, si presenta quando chi non capisce il significato è chi legge.

In quel caso, infatti, abbiamo due diversi (grossi) problemi:

  1. comunicazione incompleta
  2. non comprensione del testo

E questi due fattori sono deleteri per quanto riguarda la comunicazione dell’azienda e, per quello che mi interessa evidenziare qui, per l’ottimizzazione sui motori di ricerca. Ricordo, infatti, che i motori di ricerca non sono altro che degli algoritmi (anche abbastanza stupidi per certi versi) he leggono le singole parole. Per una versione base di motore di ricerca, infatti, FIAT è una parola che non è riconducibile ad automobili.

Ovviamente se si prendono Google, Bing o Yahoo!  e si cerca FIAT vengono fuori risultati inerenti le automobili… se però cercassi un acronimo meno famoso?

Cerchiamo, ad esempio, RSPP. A parte il primo risultato (che evidenzia il responsabile del servizio prevenzione e protezione in wikipedia), i restanti risultati non sono rimandabili al significato dell’acronimo. Il rischio è, dunque, che si parli di RSPP per una pagina intera senza che una persona abbia la possibilità di capire cosa vuol dire la sigla.

Qui entrano in gioco i nostri ACRONYM e ABBR.

Le sintassi sono banali:

<acronym title=”Fabbrica Italiana Automobili Torino”>FIAT</acronym>

<abbr title=”pagine”>pagg.</abbr>

Scrivendo il codice in questa maniera stiamo fornendo una bella manciata di informazioni non solo al motore di ricerca, ma anche ai lettori umani. Come?

Di seguito trascrivo l’esito dei due esempi:

FIAT

pagg.

Soffermatevici sopra un attimo col mouse… appare una tooltip con la spiegazione dell’acronimo o dell’abbreviazione.

Questo utilizzo dei due tag è semplice, gestibile, manutenibile (a condizione di non riscrivere ogni volta che appare FIAT in un testo monografico l’acronimo… usate il buon senso) e, soprattutto, amico dei motori di ricerca (SEO) e delle persone con disabilità.

p.s.: piccolo trucco aggiuntivo da designer: aggiungerci un po’ di stile per evidenziare la presenza di qualcosa di diverso ed importante nella pagina, non guasta mai.

ASP forum (#asp #forum #in)

leave a comment »

Ho deciso che da questo post in poi cercherò di mettere i tag per Twitter tra parentesi dopo il titolo così da renderlo più leggibile.

Al di là di questo, scrivo (un po’ da nerd) per una cosa curiosa che è appena successa. Usando Bing mi è capitata una strana risposta alla ricerca che ho effettuato. Ho digitato: asp forum.

Chiave di ricerca su Bing: asp forum

asp forum

Cliccato sulla lente di “cerca” ed il risultato che è uscito è stato questo:

Esito della ricerca: asp forum

Esito ricerca

Più nel dettaglio:

Dettaglio esito ricerca su Bing asp forum

Dettaglio esito

Un bug?

Ok, al di là di quello, mi sono incuriosito alla vista del risultato ed ho iniziato a pensare: è palese che Ref C siano i riferimenti di data.

In prima battuta mi è venuto da pensare che Ref A e Ref B fossero codifiche cifrate delle due stringhe inserite.

Ho provato, quindi, ad aggiungere la chiave “gratis” nella querystring (n.d.f. la parte a destra del punto di domanda (?) nell’indirizzo là in alto) preceduta dal simbolo della somma, aspettandomi un totale di 4 Ref (A, B, C, D).

Nada.

Sono rimasti 3.

Se qualcuno ne sa qualcosa (intanto cerco un po’ online), mi delucida circa questa cosa?

————

Aggiunta:

ho appena riprovato e ho notato che, pur lasciando inalterate la chiave di ricerca iniziale (asp forum), Ref A e Ref B cambiano il loro valore.

Riformulando il pensiero: credo siano legate alla data e ora assegnate a Ref C. Ma a che servono?

Written by sipronunciaaigor

16/01/2011 at 22:45

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 482 follower